Negli Anni Trenta, mitici camioncini attrezzati professionalmente attraversavano l’Italia trasformando ogni piazza in una sala cinematografica. A conclusione della Milano Movie Week, Eataly Smeraldo - in collaborazione con il CMAE - Club Milanese Automotoveicoli d’Epoca – porta in piazza XXV Aprile un Cinemobile Fiat 618 del 1936 perfettamente restaurato, che venerdì 21 e sabato 22 settembre alle 21 sarà in funzione davanti a Eataly Smeraldo per due speciali proiezioni a cielo aperto, curate da Fondazione Cineteca Italiana. 

Inoltre, in omaggio al cinema e alla sua magia, venerdì e sabato il Dehors di Eataly propone street food e drink a tema, musica dal vivo e DJ set ispirati alle grandi colonne sonore della storia del cinema.

L’evento di chiusura della Milano Movie Week vuole essere un omaggio alla magia del grande schermo da parte di Eataly, che conferma il suo impegno a favore della sala cinematografica. Da un anno Eataly cura all’interno del nuovo Anteo Palazzo del Cinema il primo cinema-ristorante d’Italia: Sala Nobel, lo spazio in cui cinema e cibo si incontrano. Un binomio che strizza l’occhio alla fruizione cinematografica di un tempo, quando la meraviglia della visione era inscindibile dall’idea della festa, e la forza del rito collettivo e della condivisione rendeva la sala uno spazio pulsante di passione e di piaceri. 

In quest’ottica va letta anche la scelta di utilizzare il Cinemobile– con la sua dimensione pubblica, aperta, collettiva - per l’evento di chiusura della Milano Movie Week. In un’era di contenuti on demand e di fruizione individuale, la sala cinematografica resta una potentissima esperienza di racconto, di condivisione, di nutrimento della collettività.Un luogo emozionante e magico, dal quale persone diverse e tra loro sconosciute escono con qualcosa in comune.

Attingendo ai suoi straordinari archivi, Fondazione Cineteca Italiana ha creato i due filmati che saranno proiettati dal CinemobileCINEMENÙ, un montaggio dedicato alla rappresentazione della tavola degli italiani nei film e nelle pubblicità per il cinema dagli Anni Quaranta in poi, e MILANO CINEMATOGRAFICA, un montaggio di spezzoni di film che hanno raccontato Milano e i suoi luoghi topici.